La vita tormentata di Giorgia

Esperienza vera della cartomante Sole

La  testimonianza che sto per raccontarvi ora penso vi lascerà senza parole…

Vi assicuro fu una delle mie imprese più difficili e nella quale sentii veramente il bisogno e la sofferenza dell’altra persona al punto da toccarmi e da viverla sulla mia stessa pelle…….Mi destabilizzò molto e mi mise molto in crisi, premetto che non credo nella sfortuna e detesto la cattiveria, ma mi resi conto che in questa storia realmente esisteva e ciò mi faceva molto male…..e ogni volta che penso a questa storia rabbrividisco….

 

Adesso vi racconto: siete pronti? Vi anticipo che è una storia molto lunga, piena di colpi di scena e potrà sembrare non reale ma purtroppo lo è stata……

 

Come al solito squillò il telefono, risposi…  lei era la prima volta che consultava i tarocchi e ne aveva anche molto timore, pensava fossero cose demoniache o altro…Io la rassicurai spiegandole cosa fossero… e dopo le chiesi se, se la sentiva …. rifletté un pò poi acconsentì. 
Allora le chiesi il suo nome visto che lei era molto sulle difensive ed era rimasta  nell’ anonimato…. mi rispose: “sono Giorgia“… Io: “Piacere Giorgia

 

Ma non la sentivo ancora a suo agio, allora ci scherzai un pò….Sapete non è facile all’inizio con una persona che non si è mai fatta fare le carte, darle e trasmetterle fiducia è durissima…..

 

Iniziò a raccontarmi, preferiva prima raccontare ….
Io le dissi: “ok dai tranquilla raccontami…” 
Lei iniziò con una frase che mi lasciò senza parole: 
La mia è da 13 anni una vita di merda……” io rimasi agghiacciata. Poi continuò: “Ho appena perso entrambi i miei genitori …..

Io ancora più perplessa …


Ho un marito che non mi ama e mi tratta solo come una serva e non fa l’amore con me da 10 anni.

 Io ad un certo punto pensai: questo è uno scherzo questa mi sta prendendo in giro, allora le dissi:

Ma sei delle iene? O di qualche altro programma…

 Lei si mise a ridere….e poi a piangere e lì mi dispiacque, le chiesi scusa  e le dissi di proseguire.

 “Guarda che non ho ancora finito di raccontarti le mie sciagure

 Io: “Bene…

 

Le chiesi un attimo di respiro poi le dissi: “Va be Giorgia andiamo avanti“e lei prosegui raccontandomi che lavorava come impiegata  per una donna orribile definita serpe da lei. 

A questo punto le dissi: “fermati un attimo Giorgia cosa vuoi dalle carte?

Lei mi rispose “Aiuto!”

Io molto perplessa le dissi “Ma c’è molta carne al fuoco ….Cosa ti preme sapere esattamente in questo momento che ti possa alleggerire da tutto questo oblio? ” 
Lei mi rispose: “…un uomo.

Io perplessa: “Come un uomo…?

Lei: “Si un uomo, mi sono innamorata di un uomo, ma lui ultimamente è sparito; era lui che mi dava forza ad affrontare tutta questa situazione di merda!

Io: “Ok!

Le chiesi il nome di questo uomo,  Alberto.
Allora con il suo consenso iniziai a girare le carte e rimasi in silenzio per un attimo….. e poi rattristata le dissi: “Giorgia lascialo stare, c’era molto feeling fra di voi e ti ha anche amato, ma è un uomo che non se la sente di affrontare una tua futura separazione e conseguenze varie. Si è allontanato per quello e ha deciso di chiudere definitivamente“.

Lei non vi dico scoppiò a piangere e mi disse: “Non ci credo non ci credo”.

Allora le risposi: “va be se non ci credi chiudiamo la comunicazione

Lei, mutismo totale,  mi disse continuando a piangere: “Si per oggi basta” 

 

 Passarono nel frattempo due settimane o tre non ricordo bene, poi mi chiamò, mi chiese scusa e mi disse: “Ho uno scoop

Io: “Cioè?” 

Sai quel bastardo di Alberto …

Era arrabbiatissima!!!

Si è messo in casa una rumena che gli ha presentato la serpe per cui lavoro.

Io le dissi: “Cosa ti avevo detto? Eri troppo problematica e si è preso la classica ragazzina dell’est con cui divertirsi spensierato

Lei ostinata mi chiese di consultare i tarocchi e vedere se la storia con questa rumena finiva: lei rivoleva a tutti i costi il suo Alberto !

La feci ragionare: “Giorgia ora sei folle di gelosia lasciamo perdere… cosa ti serve sapere se, se ne va? Cosa ti cambia? Ormai il male te lo ha fatto,  tu rivorresti un uomo che ti manda al diavolo senza spiegazioni e si mette una ragazzina di 25 anni in casa? Ma dai che uomo è! 

Lei ostinata:”Si fammi le carte

Io: “Va bene ma la risposta la conosci già …” Feci le carte e le dissi: “Hai visto? perdiamo tempo in due lascialo stare…..ormai è finita !  Basta!


Lei chiuse questa volta non più piangendo ma, scusate, uso proprio il vero termine: incazzata come una bestia……

Non la sentii più per molto tempo, nel  frattempo la solita routine di telefonate, ma lei nulla….Vi confesso ero anche un pò preoccupata  per lei…..

Finalmente mi chiamò, io le chiesi :”Allora come va la tua vitaccia? ” In modo sarcastico naturalmente…

Be sempre uguale. Alberto è sempre con la rumena”  e scusate io ridevo al telefono  e lei ridendo disse “Si merce fresca” e io le dissi “be…

Le chiesi “Ti sei messa un pò il cuore e l’anima in pace?

Lei disse “Si non mi interessa più … ” Io le chiesi: “Convinta?” Lei: “Si

Allora le dissi: “Oggi cosa vuoi da me Giorgia, perché mi chiami?

E lei: “Sai… ho conosciuto un assicuratore, mi piace molto, è separato senza figli solo che non ha il becco di un quattrino e spesso gliene ho prestati …però trascorriamo molto tempo al telefono, messaggini carini prima di addormentarci, ci vediamo in pausa pranzo e siamo usciti anche un  paio di sere.


Ormai eravamo diventate amiche e le chiesi: “Ma avete avuto rapporti sessuali?

Lei: “No…” Io: “Bo…va be… consultiamo questa volta le sibille e vediamo che personaggio è...”

Scusate, ma è la sincera verità, lo giuro su me stessa; dovetti dirgli di lasciarlo stare, che avrebbe approfittato di lei solo economicamente parlando….. 
Lei rideva: “Sai, lo avevo pensato, ma volevo sentirmelo dire da te …” 
Io: “Ma allora sei folle spendi soldi per un consulto quando sai già una cosa!

Lei: “Avevo voglia di sentirti, mi tiri  su di morale…. ” poi mi disse “ormai siamo amiche e poi mi piaci perché sei sincera.” 
Io: “Grazie” poi concludemmo la telefonata salutandoci tranquille come due vecchie conoscenti……

Questa volta passa pochissimo tempo: un paio di giorni e Giorgia chiama. Rispondo tranquilla e lei, non affatto tranquilla mi dice: 
Oh dio! cosa faccio oh dio cosa faccio? ” 
Io: “Stai calma stai calma

Le dissi per farla calmare: “Senti, andiamo a Lourdes insieme…

Lei si calmò un attimo e rise poi mi disse: “E’ una cosa seria …” le risposi: “Dimmi… ormai con te sono abituata a tutto

La serpe sai… la mia datrice di lavoro sta mandando via tutto il lavoro! Sta perdendo tutti i clienti di proposito! Ho timore che chiuda e mi lasci a casa …..come faccio?

Non è tanto per i soldi perché lei iniziò a raccontarmi che i suoi genitori le avevano lasciato un bel patrimonio e una splendida casa, ma lei non avrebbe sopportato l’idea di rimanere a casa con lo stronzo ( come lo definiva lei il marito) e il lavoro per lei era oro, la distraeva dai suoi problemi, le piaceva molto ciò che svolgeva in quell’azienda nonostante la sua datrice di lavoro …..

Va bene consultiamo gli arcani“. Finii di girare le carte e dissi: “Giorgia cercati un altro lavoro, la ditta non chiuderà subito ma nel giro di qualche mese inizia a muoverti…

Lei perplessa mi disse ridendo: “Ma sempre buone notizie mi dai… !!!

Io rimasi in silenzio …”Be è cosi non posso farci nulla.

Lei mi chiese: “Ma sei sicura?

Io: “Si ne sono certa!

Le feci mille raccomandazioni per il lavoro: “Mi raccomando gira e gira chiedi aiuto a qualcuno che conosci” poi si concluse cosi la telefonata.


Mi richiamò dopo 2 mesi e mi disse: “Sono a casa e la serpe è fallita, non ho preso neanche gli ultimi due stipendi né nulla che  mi spettava!!!

Io naturalmente le chiesi: “Ma almeno hai trovato un nuovo lavoro?

Lei: “No, ti chiamo appunto per questo: per sapere se ne troverò uno nuovo e poi voglio un altro uomo non ce la faccio più con mio marito, sono riuscita a dirgli che non lo amo più e lui mi sta mettendo contro mio figlio…


Le dissi: “Una cosa alla volta Giorgia vediamo il lavoro prima.” Consultai nuovamente i Tarocchi, poi mi sentii riempire il cuore e le dissi: “Giorgia il calvario sta per finire!

Lei: “Come…??? Tu che mi dai sempre brutte notizie … !!!

e io: “Be tu però mi chiami sempre…. hai voglia o no di sapere?

Lei: “Certo che sì, adesso che sono buone certo! Non sto più nella pelle!

Iniziai col dirle: “Con tuo marito passerai l’inferno, ma il vero inferno… cercati subito un legale!

Lei: “Perché?” ed io: “Perché tu conoscerai a breve un uomo, il tuo uomo” e lei: “Come il mio uomo?

Quello che saprà darti l’amore che non hai mai avuto e anche il lavoro! Le due cose nelle carte risultano collegate” e poi, le dissi:”L’avvocato ti serve perché tuo marito scoprirà la tua nuova storia e scatenerà l’inferno!

Lei sconvolta non parlava e mi disse: “Non so se essere contenta o meno, sono agitatissima

Io le dissi: “Fai ciò che ti dico e calmati…

Lei voleva restare al telefono, continuava a chiedere e a chiedere. Io le dissi: “Giorgia, tranquilla la prossima volta che mi chiami starai meglio anche se in difficoltà, ma le cose si superano… poi con tutto quello che hai passato per 13 anni…sei  forte!
Cosi si concluse la chiamata.

 

 La sentii dopo tre mesi, risposi al telefono, era lei…. esordì: “Sono la donna più felice del mondo! Convivo con Francesco da tre mesi sto benissimo, ci amiamo follemente, mio figlio lo adora  e lo stronzo di mio marito è rimasto da solo a lavarsi e stirasi le sue cose, a cucinare e fare le faccende domestiche varie… la schiava non c’è più da maltrattare! Nel frattempo gli è morta anche la vecchia decrepita di sua madre che premetto contribuiva a rovinarmi la vita, quindi è rimasto proprio da solo come un cane !L’unica cosa è che siamo in causa e sarà dura, ma Francesco mi sta molto vicino, mi da molta forza e sono tornata la Giorgia dei tempi felici …….Mio marito purtroppo occupa ancora la casa dei miei genitori e dovrò vendere i sacrifici dei miei genitori e dargliene una parte, cosa che mi ferisce molto ma sono cosi contenta che penso che supererò anche questo.

Poi concluse dicendomi: “Non saprò mai come ringraziarti

Io le risposi: “La tua felicità è già tanto per me” e mi sentii piena e fiera di me stessa. Mi feci lasciare il suo numero di cellulare per risentirla ….Mi ero molto affezionata a lei. 

La sentii dopo un anno…Giorgia sta ancora con Francesco, stanno bene e il bambino vive con loro e  vissero tutti felici e contenti……. Me compresa!